Un secondo piatto o una salsa per un primo? Un’origine particolare per un sugo tipico del lago Trasimeno, con sapori netti e invitanti. Una ricetta che affonda le sue radici nel territorio.

Una ricetta che in passato presentava diverse varianti: venivano infatti utilizzati anche altri tipi di pesce a seconda dei prodotti che erano disponibili, in base al raccolto dai pescatori. Le origini della ricetta vanno ricercate in un secondo piatto: le massaie infatti non si cucinavano il sugo di pesce ma piuttosto, preferivano il pesce in umido con abbondante pomodoro, così che la salsa potesse servire a condire della pasta e il pesce rimasto veniva mangiato come secondo. Un piatto unico che permetteva non solo un risparmio economico alla famiglia ma che portava anche guadagno alla cuoca!

Ingredienti

400gr di anguilla pulita e tagliata a tocchetti
500gr di concentrato di pomodoro
½ bicchiere di vino rosso
1 spicchio di aglio
1 costa di sedano
Prezzemolo
½ cipolla
Pepe
Peperoncino (facoltativo)

Tritare aglio, sedano, prezzemolo, cipolla e soffriggere nell’olio.
Diluire il concentrato di pomodoro con il vino rosso e, se necessario, con poca acqua calda; successivamente aggiungere al soffritto.
Far cuocere per circa 10 minuti e unire l’anguilla, tagliata precedentemente a tocchetti.
Salare pepare e proseguire la cottura a fuoco lento per circa 1 ora.
Buon appetito!

Chef Daniela
Ristorante “La Cantina”